• Rendimento 6.00 %
  • Durata 60 Mesi
  • Tipo Prodotto MINIBOND
  • Garanzia SECURED 90% MCC
  • Investimento 940.000,00€
  • Data inizio primo periodo d'offerta: 23/11/2020
  • Data fine primo periodo d'offerta: 28/12/2020
  • Data inizio secondo periodo d'offerta: 30/12/2020
  • Data fine secondo periodo d'offerta: 28/03/2021
  • Data avvio emissione: 29/12/2020
  • Importo emissione: 1.500.000,00€
  • Valore nominale obbligazione: 10.000,00€
  • Investimento minimo: 1 lotti
  • Codice ISIN: IT0005426264
  • Tipo di tasso: FISSO
  • Tipo di rimborso: Amortising
  • Quotazione:

DATI PROPONENTE

ARC Real Estate spa
Via Olmetto 17 20123 Milano
00845690700
00845690700
Massimiliano
De Castro
info@opstart.it

Consiglio di Amministrazione

Massimiliano De Castro - Presidente e amm. delegato
Gioele Di Cristofaro - Consigliere
Armando Gianfagna - Consigliere
Claudia Neri - Consigliere
Michele Pignataro - Consigliere
Alessandro Zocco - Consigliere

Consiglio sindacale

Fabrizio Cappuccilli - Presidente
Mariacarmela Ruscitto - Sindaco effettivo
Marco Scopetta - Sindaco effettivo
Silvia Brunelli - Sindaco supplente
Giovanni Graziano - Sindaco supplente

Emissione

Fabio Caldato - Advisor
DWF Legal - Advisor legale
Easyfintech - Analisi del merito creditizio e della sostenibilità finanziaria del debito
Directa SIM - Agente di pagamento e agente di calcolo

L'AZIENDA

ARC spa è un info-provider indipendente per banche e fondi d'investimento nel mercato italiano del credito e del credito problematico. L'expertise di ARC risiede nella produzione e commercializzazione di informazioni e dei servizi sulle proprietà immobiliari, che i clienti utilizzano sia in fase di istruttoria e di monitoraggio dei crediti, sia in quelle di tutela e recupero a seguito del passaggio a inadempienze probabili e a sofferenza. La società nasce nel 1993 dal socio fondatore Massimiliano De Castro insieme al Gruppo ARC di Venezia, con cui ha sviluppato un modello di business che si è avvalso dell’innovazione tecnologica per la raccolta, il trattamento e la distribuzione di informazioni nel settore immobiliare. Nel 2008 ARC acquisisce la maggioranza del capitale sociale di Revis S.p.A., società il cui scopo sociale è quello di realizzare un software in grado di calcolare, attraverso un processo di stima automatizzato, il valore di mercato degli immobili e di procedere all’accertamento rapido della proprietà di beni immobili e nel 2011 acquisisce la maggioranza del capitale sociale di Arc Media s.r.l. Sempre nel 2011 ARC trasforma la propria forma societaria da S.r.l. a S.p.A. e nel 2015 le società controllate Revis S.p.A. e ARC Media S.r.l. (IT) vengono incorporate in ARC Real Estate S.p.A con un progetto di fusione. A partire dal 4 marzo 2019, la sede legale della società è stata trasferita a Milano, da anni affermata come importante polo finanziario italiano ed europeo.

IMPIEGO DEI CAPITALI

Le somme raccolte con l'emissione del minibond verranno impiegate per l'acquisto di portafogli di non performing loan (NPL) aventi le seguenti caratteristiche: Portafogli di NPL originati sul mercato primario principalmente da Banche di Credito Cooperativo, Casse di Risparmio e Banche Popolari, garantiti e non garantiti (mediamente distribuiti tra secured, in un range tra il 50% e il 100% del totale, e unsecured, in un range tra il 10% e il 30% del totale); nei Portafogli di NPL saranno presenti tutte le forme tecniche normalmente utilizzate ovvero mutui ipotecari, mutui chirografari, aperture di conto corrente e altri finanziamenti. Il gbv (gross booked value) per portafoglio sarà compreso tra gli EUR 0,5 mln ed EUR 10 mln se la composizione è mista secured e unsecured, mentre sarà compresa tra gli EUR 1 mln ed EUR 50 mln se unsecured.

ANALISI EASYFINTECH

L’Easyscore Integrato (immagine allegata), inteso come indicatore sintetico della solvibilità dell’impresa, colloca la stessa – su una scala di 10 classi, dove la classe 1 corrisponde alla massima sicurezza e la classe 10 al massimo rischio/Default – in classe di rischio, corrispondente al giudizio di “Solvibilità”, con un punteggio di 65/100. I tre sottoscores calcolati sulla base di dati storici che, opportunamente posti in correlazione tra di loro, hanno determinato l’Easyscore Integrato sono: l'easyscore expert by rating di Cribis, il CeBi score e il score CR (vedi immagine allegata).

I modelli di Credit Scoring di Easyfintech prevedono anche la possibilità di aggiungere una dimensione prospettica all'analisi di merito creditizio, introducendo un modulo previsionale riferito ai bilanci dell'impresa elaborati sulla base di uno Scenario con dati previsionali di settore mediante l’applicazione del Modello “Sintesi©” di CeBi-Centrale Bilanci e il calcolo dei “CeBi Score 4 prospettici” riferiti agli esercizi 2020 e 2021.

L’output di questa operazione è l’esposizione di un indicatore sintetico di merito creditizio chiamato METASCORE (letteralmente “che va oltre lo score”) che esprime un giudizio in ordine alla solvibilità finanziaria ed all’affidabilità commerciale dell’impresa, esaminata attraverso una pluralità di componenti di rischio di varia natura, su orizzonti temporali sia storici (consuntivi) che previsionali (preventivi). Il METASCORE finale della società ARC REAL ESTATE S.p.A. colloca l’impresa nell’area di “Solvibilità” attribuendole una classe 4 e uno score puntuale di 67,25/100, con outlook positivo (immagine allegata). 

Per approfondimenti sulla valutazione del merito creditizio dell'azienda e della sostenibilità futura del debito, rimandiamo alla relazione del nostro partner Easyfintech, tra i documenti allegati. 

CARATTERISTICHE DELL'EMISSIONE

EMITTENTE:     ARC Real Estate s.p.a.
CODICE ISIN:     IT0005426264
CARATTERISTICHE:     Obbligazioni a tasso fisso, con premio di overperformance finale
TASSO D'INTERESSE:     6% annuo lordo
GARANZIA:     Attivabile Fondo di Garanzia MCC al 90% per gli aventi diritto (leggi sotto per informazioni più dettagliate)
VALORE NOMINALE:     10.000€
IMPORTO EMISSIONE:     1.500.000€
PERIODICITÀ CEDOLA:     Trimestrale (ACTUAL/365)
PRIMO PERIODO DI OFFERTA:     Dal 23.11.2020 al 28.12.2020
SECONDO PERIODO DI OFFERTA:     Dal 30.12.2020 al 28.03.2021
DATA DI EMISSIONE:     29.12.2020
DURATA:     60 mesi
PREZZO DI EMISSIONE:     100% del valore nominale
INTERMEDIARIO DI REGOLAMENTO:     Directa SIM s.p.a.
MODALITÀ DI RIMBORSO:     Amortising, con periodo di preammortamento pari a 12 mesi
RIMBORSO:     Alla pari alla data di scadenza, salvo ipotesi di rimborso anticipato
PREMIO DI OVERPERFORMANCE:     Alla data di scadenza, premio del 5% da corrispondersi se la performance finanziaria netta dei Portafogli di NPL > 70%
RIMBORSO ANTICIPATO SU RICHIESTA DELL'EMITTENTE:     Previsto tra 24 e 48 mesi dalla data di emissione con un premio del 105% decrescente (1%) su base semestrale fino alla Data di Scadenza.
FORMA:     Titoli dematerializzati
ACCENTRAMENTO:     Monte Titoli s.p.a.
NEGATIVE PLEDGE:     Divieto di costituzione di vincoli a garanzia di propri obblighi, salvi i vincoli ammessi
QUOTAZIONE DELLE OBBLIGAZIONI:     Verrà richiesta l’ammissione negoziazioni presso il Vienna MTF
AGENTE DI PAGAMENTO:     Directa SIM s.p.a.
AGENTE DI CALCOLO:     Directa SIM s.p.a.

PRINCIPALI IMPEGNI DELL'EMITTENTE

  • Destinare i fondi dell'emissione al supporto del piano industriale
  • Non cessare, né modificare l’oggetto sociale dell’Emittente
  • Non cessare né modificare in maniera significativa il core business
  • Non modificare la propria forma giuridica e/o non apportare modifiche alle clausole del proprio statuto che possano pregiudicare l’esercizio dei diritti dei portatori delle Obbligazioni
  • Non approvare e non eseguire operazioni straordinarie ad eccezione delle operazioni straordinarie consentite
  • Obbligo di garantire il rispetto del negative pledge
  • Non ridurre il capitale sociale
  • Ripristinare il capitale sociale per perdite
  • Non effettuare (a) la distribuzione di utili e/o riserve e, comunque, (b) il rimborso del capitale sociale
  • Obbligo di rendere disponibile sul sito il bilancio di esercizio entro 10 giorni dalla sua approvazione da parte dell'Assemblea dei Soci
  • Obbligo di non assumere Indebitamento finanziario ulteriore rispetto all'indebitamento finanziario esistente alla data di emissione per una percentuale superiore al 20% (venti per cento) del fatturato, come risultante dall'ultimo bilancio approvato

EVENTI DI RIMBORSO ANTICIPATO

  • Cambio di controllo
  • Mancato pagamento di qualsiasi somma dovuta a titolo di interesse, capitale o premio
  • Inadempimento di qualsiasi ulteriore obbligo dell’Emittente derivante dalle Obbligazioni
  • Procedure concorsuali e crisi dell'Emittente
  • Liquidazione dell'Emittente
  • Protesti di assegni o cambiali, iscrizioni di ipoteche giudiziali o trascrizioni pregiudizievoli, procedimenti esecutivi
  • Violazione di norme di legge o regolamento
  • Delisting delle Obbligazioni
  • Verificarsi di un Evento Pregiudizievole (tra cui il ritiro della licenza ex art. 115 TULPS)
  • Verificarsi di un inadempimento da parte dell’Emittente ad una qualsiasi delle obbligazioni di pagamento derivanti da qualsiasi indebitamento finanziario dell’Emittente, a condizione che l’importo di tali obbligazioni di pagamento sia superiore ad Euro 360.000,00 (c.d. "cross default")

GARANZIA MCC

Gli aventi diritto possono richiedere la garanzia fino al 90% al Fondo di Garanzia di MCC. Possono accedere alla garanzia del Fondo, previo accreditamento:
a) le Banche;
b) gli Intermediari finanziari;
c) i Gestori (i gestori di cui all'articolo 1, comma 1, lettera q-bis), del decreto legislativo 24 febbraio 1998 n. 58 (SGR, Sicav e Sicaf che gestiscono direttamente i propri patrimoni, società di gestione UE, GEFIA UE, GEFIA non UE, gestore di EuVECA e gestore di EuSEF 31), che, anche in nome e per conto dei fondi comuni di investimento da essi gestiti, sottoscrivono mini bond;

La richiesta di garanzia sul portafoglio di mini bond deve essere inoltrata al Gestore del Fondo utilizzando l’apposito modulo di richiesta comunicato dal Gestore del Fondo, mediante fax, posta (raccomandata A/R) o posta elettronica certificata. In sede di domanda, i soggetti richiedenti devono indicare la data di chiusura del portafoglio di mini bond e fornire tutte le informazioni tecniche connesse alla operazione di costruzione e gestione del portafoglio di mini bond, comprese quelle utili all’applicazione dell’innalzamento della copertura del Fondo ai sensi dell’art. 8, comma 3, del Decreto mini bond, indicate nel modulo di richiesta comunicato dal Gestore del Fondo.

Il Gestore del Fondo comunica ai soggetti richiedenti, mediante fax, posta (raccomandata A/R) o posta elettronica certificata, l’ammissione ovvero la non ammissione all’intervento del Fondo, con le motivazioni che hanno indotto a ritenere inammissibile la richiesta, entro 10 giorni lavorativi dalla data della delibera del Comitato di gestione.

Per maggiori informazioni consultare il sito del Fondo di Garanzia MCC.