• Rendimento 4.00 %
  • Durata 30 Mesi
  • Tipo Prodotto MINIBOND
  • Garanzia SECURABLE 80% MCC
  • Investimento 0,00€
  • Data inizio primo periodo d'offerta: 19/04/2022
  • Data fine primo periodo d'offerta: 19/05/2022
  • Data inizio secondo periodo d'offerta: 20/05/2022
  • Data fine secondo periodo d'offerta: 26/06/2022
  • Data avvio emissione: 23/05/2022
  • Importo emissione: 600.000,00€
  • Valore nominale obbligazione: 10.000,00€
  • Investimento minimo: 1 lotti
  • Codice ISIN: IT0005493934
  • Tipo di tasso: FISSO
  • Tipo di rimborso: Amortising con interessi anticipati
  • Quotazione:

DATI PROPONENTE

Izzi Group Srl
Via Sant'Ippolito 7/E 86170 Isernia
00373880947
00373880947
Carlo
Izzi
info@opstart.it

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Carlo Izzi - Presidente del Consiglio di Amministrazione

Claudio Izzi - Vice Presidente del Consiglio di Amministrazione

Maria Izzi - Consigliera

EMISSIONE

Cosvim - Finanza Integrata d'Impresa - Advisor
DWF Legal - Advisor Legale 
Easyfintech - Analisi del merito creditizio e della sostenibilità finanziaria del debito

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE

L'Offerta di Izzi Group Srl è riservata agli investitori Istituzionali. Compila questo form per restare aggiornato in tempo reale.

L'AZIENDA

 

La società viene fondata ad Isernia il 13/10/1995 dai fratelli Claudio, Maria e Carlo Izzi in forma di Società in Accomandita Semplice con la ragione sociale “ALFA S.A.S. di Izzi Carlo & C.”. A fine 2017 (con decorrenza 1° gennaio 2018) la società si trasforma in Società a Responsabilità Limitata, forma giuridica che mantiene tutt’ora, assumendo l’attuale denominazione “IZZI GROUP SRL”.

L’azienda si occupa di commercio di articoli per il fai da te (c.d. bricolage) e la casa con tre punti vendita all’attivo:

·       Il primo punto vendita è stato aperto ad Isernia nel 1997 dapprima su una superficie di 1.100 mq. e, successivamente all’acquisto dei locali adiacenti, ampliato per arrivare agli attuali 1.860 mq. di cui circa 1.550 di vendita.

·       Nel 2000 viene aperto a Venafro il secondo negozio c.d. “di prossimità”, con un assortimento minore rispetto agli altri, su una superficie di circa 350 mq.

·       Nel 2015 viene infine aperto il terzo punto vendita a Castel di Sangro (AQ), su una superficie coperta di circa 2.500 mq., con un format innovativo per l’azienda, realizzato dopo aver costruito direttamente l’immobile.

 

Nel 2006, l’azienda entra a far parte del “Consorzio Puntobrico”, uno dei maggiori consorzi di imprenditori indipendenti del fai da te. Nel 2011 i fratelli Izzi sono tra i soci fondatori del “Consorzio Bricolife”, che successivamente diventa una società consortile per azioni, la Bricolife S.C.P.A.. Sono altresì fautori della rete italiana di imprese «SISTEMA», costituita da Bricolife e Brico IO, la prima e più importante rete di imprese del “Fai da te” italiano, unica esperienza – in questo settore – di aziende concorrenti che si uniscono in rete per sfruttare sinergie gestionali. Lo sviluppo della Izzi Group SRL cammina di pari passo allo sviluppo di Bricolife e Sistema.  Infatti, grazie all’attività di gruppo non solo è possibile (per le imprese aderenti) ottenere migliori condizioni di acquisto ma è altresì possibile beneficiare di interessanti iniziative in ambito commerciale, di marketing e di servizi.

 

 

 

IMPIEGO CAPITALI RACCOLTI

IZZI GROUP ha deciso di concedere ai propri clienti attraverso il meccanismo dello “sconto in fattura” dei crediti fiscali che spetterebbero ai contribuenti che acquistano caldaie, pompe di calore, mobili ed altri beni per i quali la normativa fiscale prevede il riconoscimento di un credito d’imposta in misura variabile a seconda del tipo di intervento (bonus casa, eco-bonus, bonus mobili, ecc…).

In conseguenza dell’acquisto da parte di IZZI GROUP dei crediti d’imposta – ceduti dai clienti – in luogo dell’incasso del prezzo pieno del bene fornito, si verifica un aumento del capitale circolante operativo dell’impresa nella componente ‘crediti’, e ciò fintanto che la stessa IZZI GROUP non abbia perfezionato (a sua volta) la cessione dei crediti fiscali in favore di altri soggetti (operatori finanziari-investitori), acquirenti degli stessi.

L’emissione del mini-bond in esame è pertanto destinata a finanziare il capitale circolante della società nelle sue due componenti principali: magazzino e crediti.

 

 

SCORE EASYFINTECH

Accedi o Iscriviti a Crowdbond per avere maggiori dettagli!

PIANO DI AMMORTAMENTO

ll minibond di Izzi Group Srl ha una struttura particolare: il totale degli interessi di tutto il periodo, pari al 4,00% annuo per 30 mesi, sarà corrisposto in un'unica soluzione integralmente il 10° Giorno Lavorativo successivo alla Data di Godimento per le sottoscrizioni avvenute nel Primo Periodo di Offerta.

Con riferimento ai Titoli di Debito sottoscritti durante il Secondo Periodo di Offerta, l'Emittente sarà tenuto a corrispondere, il 10° Giorno Lavorativo successivo alla relativa data di sottoscrizione per i Titoli di Debito ai Portatori dei Titoli di Debito l'importo degli Interessi loro spettanti dalla Data di Godimento (inclusa) fino alla Data di Scadenza (esclusa) decurtato della quota parte degli Interessi già maturati per il periodo intercorrente tra la Data di Godimento (inclusa) e il Giorno Lavorativo di effettiva sottoscrizione (escluso).

Il rimborso del capitale, invece, avverrà in 5 rate semestrali.

Nella tabella seguente è sintetizzato il piano di ammortamento del prestito:

 

*tutti i valori sono da intendersi in euro

GARANZIA MCC

Gli aventi diritto possono richiedere la garanzia fino all'80% al Fondo di Garanzia di MCC. Possono accedere alla garanzia del Fondo, previo accreditamento:
a) le Banche;
b) gli Intermediari finanziari;
c) i Gestori (i gestori di cui all'articolo 1, comma 1, lettera q-bis), del decreto legislativo 24 febbraio 1998 n. 58 (SGR, Sicav e Sicaf che gestiscono direttamente i propri patrimoni, società di gestione UE, GEFIA UE, GEFIA non UE, gestore di EuVECA e gestore di EuSEF 31), che, anche in nome e per conto dei fondi comuni di investimento da essi gestiti, sottoscrivono mini bond;

La richiesta di garanzia sul portafoglio di mini bond deve essere inoltrata al Gestore del Fondo utilizzando l’apposito modulo di richiesta comunicato dal Gestore del Fondo, mediante fax, posta (raccomandata A/R) o posta elettronica certificata. In sede di domanda, i soggetti richiedenti devono indicare la data di chiusura del portafoglio di mini bond e fornire tutte le informazioni tecniche connesse alla operazione di costruzione e gestione del portafoglio di mini bond, comprese quelle utili all’applicazione dell’innalzamento della copertura del Fondo ai sensi dell’art. 8, comma 3, del Decreto mini bond, indicate nel modulo di richiesta comunicato dal Gestore del Fondo.

Il Gestore del Fondo comunica ai soggetti richiedenti, mediante fax, posta (raccomandata A/R) o posta elettronica certificata, l’ammissione ovvero la non ammissione all’intervento del Fondo, con le motivazioni che hanno indotto a ritenere inammissibile la richiesta, entro 10 giorni lavorativi dalla data della delibera del Comitato di gestione.

Per maggiori informazioni consultare il sito del Fondo di Garanzia MCC.

 

PRINCIPALI EVENTI DI RIMBORSO ANTICIPATO

  • Cambio di controllo
  • Mancato rispetto da parte dell'Emittente di uno qualsiasi degli obblighi previsti, se questo si protrae per almeno 15 giorni lavorativi a seguito della comunicazione ai Portatori dei Titoli
  • Inadempimento di qualsiasi ulteriore obbligo dell’Emittente derivante dalle Obbligazioni
  • Procedure concorsuali e crisi dell'Emittente
  • Procedimenti di Esecuzione
  • Liquidazione: liquidazione dell'Emittente, la cessazione di tutta l'attività dell'Emittente, la cessazione di una parte sostanziale dell'attività dell'Emittente
  • Protesti di assegni o cambiali, iscrizioni di ipoteche giudiziali o trascrizioni pregiudizievoli, procedimenti esecutivi
  • Invalidità o illegittimità
  • Cross Default dell'Emittente
  • Violazione di norme di legge o regolamento
  • Verificarsi di un Evento Pregiudizievole
  • In caso di mancato pagamento degli Interessi alle Date di Pagamento, o mancato rimborso in linea capitale del Valore Nominale (residuo) alle Date di Pagamento, o mancato rimborso in linea capitale del Valore Nominale (residuo) alla Data di Rimborso Anticipato Volontario o alla Data di Rimborso Anticipato Obbligatorio, a partire dalla mezzanotte del giorno coincidente con la Data di Default, si realizzerà convenzionalmente il c.d. “Default del Prestito” per la quota-parte del Titolo di Debito in linea capitale e Interessi inadempiuta. Il perdurare per oltre 60 (sessanta) giorni dello stato di “Default del Prestito”, costituisce in tutti i casi un “Evento Rilevante” ai sensi del presente Regolamento di Emissione e, ove il Titolo di Debito sia assistito in toto o in parte da garanzia, l’evento costituisce titolo per i legittimi portatori per l’escussione della garanzia medesima, in linea capitale.

 

PRINCIPALI IMPEGNI DELL'EMITTENTE

  • Non cessare, né modificare l’oggetto sociale dell’Emittente e comunicare prontamente ai Portatori dei Titoli di Debito eventuali cambiamenti
  • Non ridurre il capitale sociale, salvo ipotesi obbligatorie previste dalla legge e, in questo secondo caso, ripristinare il capitale sociale entro 45 giorni lavorativi
  • Non costituire alcuna ipoteca, pegno, onere o vincolo di natura reale o privilegio sui beni dell’Emittente a favore di altri creditori dell'Emittente, senza offrire analoga garanzia a favore dei portatori dei Titoli di Debito
  • Salvo nel caso di preventivo assenso da parte dei Portatori dei Titoli di Debito, che non sarà irragionevolmente negato, non approvare né compiere operazioni superiori a € 500.000,00 di acquisizione di partecipazioni nel capitale sociale di altre società o altri enti, né operazioni di acquisizione di aziende o rami d’azienda, né operazioni di vendita, concessione in locazione, trasferimenti o disposizione di Beni dell’Emittente
  • Comunicare prontamente ai Portatori dei Titoli di Debito qualsiasi evento che possa causare un Evento Pregiudizievole Significativo o il verificarsi di un effettivo procedimento giudiziale di qualsivoglia natura
  • Svolgere la propria attività conformemente alle pratiche riconosciute, in tutti gli aspetti rilevanti della propria attività, e a rispettare tutte le leggi e regolamenti pertinenti l’attività da esso svolta in tutte le sedi e paesi in cui opera
  • Rendere disponibile annualmente, entro 10 giorni dalla relativa approvazione da parte dell'Assemblea dei Soci il Bilancio, completo della relazione del Collegio Sindacale dell’Emittente e della relazione del Revisore Legale.
  • Comunicare prontamente ai Portatori dei Titoli di Debito l’insorgere di procedimenti giudiziali di qualsivoglia natura nei confronti dell’Emittente, a condizione che l’importo oggetto di contestazione sia superiore a Euro 350.000,00 (trecentocinquantamila/00) e/o di procedimenti iniziati dall’Agenzia delle Entrate nei confronti dell’Emittente, a condizione che l’importo oggetto di contestazione sia superiore a Euro 350.000,00 (trecentocinquantamila/00)

 

CARATTERISTICHE DELL'EMISSIONE

EMITTENTE: Izzi Group S.r.l.
IMPORTO DELL'OFFERTA: 600.000€
IMPORTO EMISSIONE: 600.000€
VALORE NOMINALE: 10.000€
PREZZO DI EMISSIONE: 100% del valore nominale
DATA DI EMISSIONE: 23/05/2022
SCADENZA EMISSIONE: 23/11/2024
DURATA: 30 mesi
TASSO D'INTERESSE: Tasso Interesse Fisso Annuo Lordo 4,00%
PERIODICITÀ CEDOLA: semestrale
SCOPO: L’emissione del mini-bond in esame è destinata a finanziare il capitale circolante della società nelle sue due componenti principali: magazzino e crediti.

Accedi o Iscriviti a Crowdbond per avere maggiori dettagli!