• Rendimento 5.00 %
  • Durata 18 Mesi
  • Tipo Prodotto MINIBOND
  • Garanzia SECURABLE 80% MCC
  • Investimento 0,00€
  • Data inizio primo periodo d'offerta: 04/08/2022
  • Data fine primo periodo d'offerta: 16/09/2022
  • Data inizio secondo periodo d'offerta: 21/09/2022
  • Data fine secondo periodo d'offerta: 14/11/2022
  • Data avvio emissione: 21/09/2022
  • Importo emissione: 2.000.000,00€
  • Valore nominale obbligazione: 10.000,00€
  • Investimento minimo: 1 lotti
  • Codice ISIN: IT0005506107
  • Tipo di tasso: FISSO
  • Tipo di rimborso: Amortising
  • Quotazione:

DATI PROPONENTE

Belletti e Baroni Costruzioni Srl
Via Jhon Lennon 47922 Rimini
03964110401
03964110401
Nicola
Baroni
info@opstart.it

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Baroni Nicola - Amministratore dell'Impresa

Belletti Massimo - Amministratore dell'Impresa

EMISSIONE

Cosvim - Finanza Integrata d'Impresa - Advisor
DWF Legal - Advisor Legale 
Easyfintech - Analisi del merito creditizio e della sostenibilità finanziaria del debito

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE

L'Offerta di Belletti & Baroni Costruzioni Srl  è riservata agli investitori Istituzionali. Compila questo form per restare aggiornato in tempo reale.

L'AZIENDA

La Belletti & Baroni Costruzioni nasce nel 2011 e la sua attività principale consiste nella costruzione e ristrutturazione in conto terzi e marginalmente in conto proprio di immobili residenziali e non residenziali. È partita assumendo 3 dipendenti e ad oggi ne conta una quarantina. Le costruzioni effettuate dalla sua costituzione sono oltre un centinaio di edifici residenziali e una cinquantina di altre opere (piscine, capannoni, strutture di parchi divertimento, ecc...).

Attualmente la società opera in Romagna e prevalentemente nella provincia di Rimini.

L'azienda crede che l’acquisto di un’immobile da parte delle persone sia uno dei passi più importanti della propria vita. Per questo devono essere certi di ricevere tale immobile nelle tempistiche dichiarate e con elevati livelli di sicurezza, bellezza e funzionalità. Questa è la vision dell'azienda Belletti e Baroni Costruzioni.

La sua Mission è quella di eseguire lavori edili a regola d’arte mantenendo il rispetto delle tempistiche e garantendo dunque la massima soddisfazione per i clienti.

IMPIEGO CAPITALI RACCOLTI

L’emissione dei titoli di debito (mini-bond) in esame per un importo complessivo di 2.000.000,00 di euro è destinata a finanziare tre contratti di appalto consistenti in interventi di ristrutturazione edilizia e di efficientamento energetico ai sensi della normativa fiscale nota come “Superbonus 110%” sui seguenti cantieri:

a) Condominio in Forlì (FC) – Viale Medaglie d’Oro n.ro 33, importo dei lavori € 1.241.406,00 + IVA, di cui quanto ad € 1.048.706,00 rientranti nel Superbonus 110% quali lavori trainanti e lavori trainati, quanto ad € 192.700,00 non rientranti nel novero degli interventi che godono del beneficio fiscale e che pertanto verranno regolati mediante versamento prezzo da parte del committente;

b) Condominio in Rimini (RN) – Viale Amedeo Principe n.ro 34-36, importo dei lavori € 1.260.987,00 + IVA, di cui quanto ad € 1.110.839,00 € + IVA rientranti nel Superbonus 110% quali lavori trainanti e lavori trainati, quanto ad 150.148,00 € + IVA non rientranti nel novero degli interventi che godono del beneficio fiscale e che pertanto verranno regolati mediante versamento prezzo da parte del committente;

c) Condominio in Rimini (RN) – San Lorenzo in Coreggiano n.ro 1, importo dei lavori da computo metrico Sismabonus, Strutturale e Architettonico pari ad     
€ 700.600,00 + IVA.

L’importo complessivo dei titoli di debito in emissione (pari ad € 2.000.000) rappresenta il 62% circa dell’importo complessivo dei corrispettivi previsti per lo svolgimento delle opere oggetto dei due contratti di appalto (pari a circa € 3.202.000).

SCORE EASYFINTECH

Accedi o Iscriviti a Crowdbond per avere maggiori dettagli!

CARATTERISTICHE DELL'EMISSIONE

EMITTENTE: Belletti & Baroni Costruzioni S.r.l.
IMPORTO DELL'OFFERTA: 2.000.000€
IMPORTO EMISSIONE: 2.000.000€
VALORE NOMINALE: 10.000€
PREZZO DI EMISSIONE: 100% del valore nominale
DATA DI EMISSIONE: 21/09/2022
SCADENZA EMISSIONE: 21/03/2024
DURATA: 18 mesi
TASSO D'INTERESSE: Tasso Interesse Fisso Annuo Lordo 5,00%
PERIODICITÀ CEDOLA: semestrale
SCOPO: L’emissione del mini-bond in esame è destinata a finanziare tre contratti di appalto consistenti in interventi di ristrutturazione edilizia e di efficientamento energetico ai sensi della normativa fiscale nota come “Superbonus 110%”

Accedi o Iscriviti a Crowdbond per avere maggiori dettagli!

PIANO DI AMMORTAMENTO

ll minibond di Belletti e Baroni Costruzioni S.r.l. ha una struttura particolare: il totale degli interessi di tutto il periodo, pari al 5,00% annuo per 18 mesi, sarà corrisposto in un'unica soluzione integralmente il 16/11/2022.
Il prestito sarà di tipo amortising, con ammortamento alla pari in 3 (tre) rate semestrali a partire dalla data di rimborso che cade il 21/03/2023 (e che costituirà la prima data di rimborso) e successivamente ad ogni data di rimborso fino alla data di scadenza, come riportato nel seguente piano di ammortamento:

PRINCIPALI EVENTI DI RIMBORSO ANTICIPATO

  • Cambio di controllo
  • Mancato rispetto da parte dell'Emittente di uno qualsiasi degli obblighi previsti, se questo si protrae per almeno 15 giorni lavorativi a seguito della comunicazione ai Portatori dei Titoli
  • Procedure concorsuali e crisi dell'Emittente
  • Procedimenti di Esecuzione
  • Liquidazione: liquidazione dell'Emittente, la cessazione di tutta l'attività dell'Emittente, la cessazione di una parte sostanziale dell'attività dell'Emittente
  • Protesti di assegni o cambiali, iscrizioni di ipoteche giudiziali o trascrizioni pregiudizievoli, procedimenti esecutivi
  • Invalidità o illegittimità
  • Cross Default dell'Emittente
  • Violazione di norme di legge o regolamento
  • Verificarsi di un Evento Pregiudizievole

PRINCIPALI IMPEGNI DELL'EMITTENTE

Per tutta la durata del Prestito,  l'Emittente si impegna nei confronti dei Portatori dei Titoli di Debito a:

(i) (a) comunicare prontamente ai Portatori dei Titoli di Debito qualsiasi modifica significativa dell’oggetto sociale dell’Emittente e (b) non modificare l’oggetto sociale dell’Emittente in modo tale da consentire un cambiamento significativo dell’attività svolta dall’Emittente;

(ii) (a) non effettuare, e far sì che non siano effettuate, operazioni di riduzione del capitale sociale dell’Emittente, salve le ipotesi obbligatorie previste dalla legge; e (b) nel caso in cui il capitale sociale dell’Emittente venga ridotto per perdite ai sensi di legge, far sì che, entro 45 (quarantacinque) Giorni Lavorativi dalla delibera di riduzione, venga ripristinato il capitale sociale dell’Emittente nella misura pari a quello esistente alla Data di Emissione, nei termini previsti dalla legge applicabile;

(iii) non costituire alcuna ipoteca, pegno, onere o vincolo di natura reale o privilegio sui beni dell’Emittente a favore di altri creditori dell'Emittente, senza offrire analoga garanzia a favore dei portatori dei Titoli di Debito;

(iv) salvo nel caso di preventivo assenso da parte dei Portatori dei Titoli di Debito, che non sarà irragionevolmente negato, non approvare né compiere operazioni superiori a € 500.000,00 (cinquecentomila/00) (a) di acquisizione/cessione di partecipazioni nel capitale sociale di altre società o altri enti, (b) di acquisizione di aziende o rami d’azienda e/o (c) di vendita, concessione in locazione, trasferimenti o disposizione di Beni dell’Emittente;

(v) svolgere la propria attività conformemente alle pratiche riconosciute, in tutti gli aspetti rilevanti della propria attività, e a rispettare tutte le leggi e regolamenti pertinenti l’attività da esso svolta in tutte le sedi e paesi in cui opera;

(vi) comunicare prontamente (e in ogni caso entro 15 (quindici) giorni dal verificarsi dell'evento) ai Portatori dei Titoli di Debito il verificarsi di qualsiasi evento naturale, di natura tecnica, amministrativa, societaria e fiscale (inclusa qualsivoglia richiesta, pretesa, intentata o minacciata da terzi per iscritto, e qualsiasi notifica di avvisi di accertamento d’imposta) che possa causare un Evento Pregiudizievole Significativo, nonché, più in generale, ogni altro evento che possa determinare l’insorgere di un Evento Pregiudizievole Significativo;

(vii) comunicare prontamente ai Portatori dei Titoli di Debito l’insorgere di procedimenti giudiziali di qualsivoglia natura nei confronti dell’Emittente, a condizione che l’importo oggetto di contestazione sia superiore a Euro 350.000,00 (trecentocinquantamila/00) e/o di procedimenti iniziati dall’Agenzia delle Entrate nei confronti dell’Emittente, a condizione che l’importo oggetto di contestazione sia superiore a Euro 350.000,00 (trecentocinquantamila/00);

(viii) a rendere disponibile, attraverso le modalità di cui al successivo Articolo 1.20, annualmente, entro 10 (dieci) giorni dalla relativa approvazione da parte dell'Assemblea dei Soci (che dovrà, in ogni caso, intervenire entro il 30 giugno di ogni anno salve le previsioni di eventuali legislazioni emergenziali che dovessero essere emanate), il Bilancio depositato completo di tutti gli allegati;

(ix) ad utilizzare le somme derivanti dalla sottoscrizione dei Titoli di Debito soltanto per il finanziamento dello svolgimento delle Commesse individuate e selezionate;

(x) ad aprire un conto corrente vincolato con Mandato MASI tramite SAFFI dedicato al pagamento delle somme (per capitale e interessi) dovute ai sensi dei Titoli di Debito, sul quale dovranno essere inoltre canalizzati i flussi derivanti dalla cessione dei crediti fiscali provenienti dalle Commesse.

 

GARANZIA MCC

Gli aventi diritto possono richiedere la garanzia fino all'80% al Fondo di Garanzia di MCC. Possono accedere alla garanzia del Fondo, previo accreditamento:
a) le Banche;
b) gli Intermediari finanziari;
c) i Gestori (i gestori di cui all'articolo 1, comma 1, lettera q-bis), del decreto legislativo 24 febbraio 1998 n. 58 (SGR, Sicav e Sicaf che gestiscono direttamente i propri patrimoni, società di gestione UE, GEFIA UE, GEFIA non UE, gestore di EuVECA e gestore di EuSEF 31), che, anche in nome e per conto dei fondi comuni di investimento da essi gestiti, sottoscrivono mini bond;

La richiesta di garanzia sul portafoglio di mini bond deve essere inoltrata al Gestore del Fondo utilizzando l’apposito modulo di richiesta comunicato dal Gestore del Fondo, mediante fax, posta (raccomandata A/R) o posta elettronica certificata. In sede di domanda, i soggetti richiedenti devono indicare la data di chiusura del portafoglio di mini bond e fornire tutte le informazioni tecniche connesse alla operazione di costruzione e gestione del portafoglio di mini bond, comprese quelle utili all’applicazione dell’innalzamento della copertura del Fondo ai sensi dell’art. 8, comma 3, del Decreto mini bond, indicate nel modulo di richiesta comunicato dal Gestore del Fondo.

Il Gestore del Fondo comunica ai soggetti richiedenti, mediante fax, posta (raccomandata A/R) o posta elettronica certificata, l’ammissione ovvero la non ammissione all’intervento del Fondo, con le motivazioni che hanno indotto a ritenere inammissibile la richiesta, entro 10 giorni lavorativi dalla data della delibera del Comitato di gestione.

Per maggiori informazioni consultare il sito del Fondo di Garanzia MCC.